^ TORNA SU
 
Maggio 2018
L M M G V S D
30 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3
LE DONNE IN MONTAGNA CI SONO DA SEMPRE. Lavoro antico, nuove identità PDF Stampa E-mail
Martedì 27 Maggio 2014 12:00

Venerdì 30 maggio, ore 21, proseguono gli incontri, ad ingresso libero, dedicati alla donna e montagna nell’ambito delle manifestazioni “Boarelli 150” presso l’Antico Palazzo Comunale di Saluzzo, organizzati dal C.A.I.
La serata di venerdì 30 sarà dedicata al lavoro e alle professioni delle donne in montagna.

La donna in montagna è da sempre una grande risorsa, le montagne non si spopolano finché ci sono le donne che continuano ad abitarvi con il loro lavoro quotidiano; c’è chi sostiene che dove rimangono le donne, la montagna non muore.
Accanto ai mestieri tradizionali, che in alcuni casi si cerca di recuperare, esistono nuove identità che si sono delineate negli ultimi decenni con l’evoluzione della fruizione della montagna da parte di una considerevole quantità di persone che spende il proprio tempo libero sulle Alpi.
Sì è scelto di mettere a confronto due realtà diverse, due ambienti alpini geograficamente distanti, due professioni relativamente nuove nell’ambito dei lavori delle donne in montagna.
Anna Martinale fa parte della “XIV Delegazione del Soccorso Alpino” ed è Guida Naturalistica e Anna Toffol gestisce il rifugio “Velo della Madonna” presso le Pale di San Martino a San Martino di Castrozza. Anna Martinale e Anna Toffol dialogheranno con la giornalista Linda Cottino, già direttrice della rivista “Alp”.